martedì 17 marzo 2009

"Altemura di Altemura" tasting session


Ringrazio di cuore Francesco Zonin per avermi inviato il suo nuovo vino oggetto di questa tasting session.

Si tratta di “Altemura di Altemura” Primitivo di Manduria DOC 2006 da omonimo vitigno.


L’ho assaggiato insieme all’amico Sommelier professionista Alessio Fuschini, titolare del Caffè Cristal di Argenta.

Ecco le nostre note di degustazione: “Altemura di Altemura” è sicuramente un vino nato per stupire, tutte le sue caratteristiche portano a tale conclusione; dall’impenetrabile colore violaceo, all’impatto olfattivo notevole veicolato da un elevato tenore alcolico, al buon equilibrio gustativo che permette di distinguere alternativamente la morbidezza e la ponderata astringenza dei tannini.

Detto questo, occorre però notare come l’estrema maturazione del frutto non consenta al vino di possedere quella freschezza che gli permetterebbe di avere ben altra persistenza; insomma, abbiamo avuto l’impressione si sia sacrificata la finezza per i “muscoli”, ma queste sono scelte produttive, nel complesso il vino è tecnicamente ineccepibile, anche se questa esuberanza di colore impone una prolungata gestione con il legno, il quale, inevitabilmente, apporta sentori che vanno ulteriormente a reprimere il frutto.


Il punteggio medio, ottenuto compilando la scheda punteggio AIS è di 83/100.


Abbinamento: ebbene sì, non avendo piatti che potessero arrivare al livello del vino, abbiamo optato per un abbinamento ardito, con il perugino dell’Azienda Vannucci.


Plauso per la confezione dell’Azienda Ewine Secure Pack, a prova di bomba!


6 commenti:

Anonimo ha detto...

Accidenti se sei stato svelto, Mirco!
Per la mia boccia penso di aspettare un po' e di metterela in assaggio, più avanti, assieme ad una dozzina di altri Primitivo che sonnecchiano nella mia cantina.
Ci sarai?
Andrea

EWSP - imballaggi sicuri per il vino ha detto...

Grazie mille per l'apprezzamento del nostro sistema porta bottiglie.
Angelo

Blog&Wine ha detto...

@Andrea

Ciao!
Accipicchia, certo che ci sarò, come si può rifiutare un invito da un estimatore del Primitivo come te? ;-)
Sicuramente è un vitigno esuberante, difficile da vinificare, nel senso che è talmente abbondante di tutto, che coglierne l'essenza e ottenere equilibrio, dal punto di vista enologico non penso sia così banale...
A presto allora!

@ Angelo

Il prodotto è molto valido, per cui pubblicizzarlo mi sembra doveroso.
Cordiali saluti

Mirco

Anonimo ha detto...

mirco sei un maestro !!!!!
ottima descrizione

Francesco ha detto...

Grazie a te Mirco per le tue considerazioni: molto interessanti!
Alla prossima degustazione allora :)
Se vieni al Vinitaly passa a salutarmi!

Blog&Wine ha detto...

Ciao Francesco, nel caso venissi al Vinitaly passerò senz'altro, grazie per l'invito!
A presto