giovedì 19 luglio 2007

Emilia e Romagna da bere



Con piacere plaudo all’uscita delle Guide “Emilia da bere 2007-2008” e “Romagna da bere 2007-2008” edite dall’Agenzia Prima Pagina di Cesena (che ha curato anche la divulgazione dell’iniziativa presso le Aziende) in collaborazione con le Sezioni AIS di Emilia e Romagna. Un ottimo esempio di sinergia fra una Casa editrice e l’AIS: ricordo infatti che entrambe le Guide contengono i giudizi delle Commissioni di assaggio istituite dalle due Sezioni, e composte da Assaggiatori ufficiali AIS, che rappresentano operatori del settore ma anche appassionati consumatori, fornendo quindi un buon livello di oggettività delle valutazioni.

Scopo primario delle Guide è fornire un panorama il più ampio possibile sulla vasta e variegata produzione della Regione, un esperimento ormai collaudato visto che per l’ “Emilia da bere” si tratta del seconda edizione, mentre per la “Romagna da bere” si è giunti alla quarta pubblicazione.

Davvero un ottimo ausilio, sia per gli appassionati più esigenti che volessero approfondire la conoscenza del territorio, ma anche per gli stessi Sommelier, i quali avranno un ulteriore strumento per divulgare i vini emiliano romagnoli al grande pubblico (ricordo infatti che i Sommelier delle Sezioni hanno ricevuto gratuitamente la passata Guida).

Ho parlato con i colleghi di Delegazione che hanno contribuito alla prima edizione dell’ “Emilia da bere”, e mi hanno confermato l’intenso lavoro delle Commissioni, i cui membri hanno dedicato molto del loro tempo alle sessioni d’assaggio.

Questa è l’AIS che vorrei, ed alla quale mi piacerebbe contribuire in maniera più diretta anche con la quota sociale: sarebbe bello se il Consiglio Nazionale costituisse un apposito fondo per finanziare i progetti delle Sezioni e Delegazioni più meritevoli…

Ma non finisce qui!

L’appuntamento è mercoledì 25 luglio a Cesenatico, nella piazza delle Spose dei Marinai (solo il romantico nome meriterebbe una capatina…), dove verrà allestito dalle ore 19,30 il banco d’assaggio dei vini della guida “Romagna da bere”; ottima la data e la location, per far conoscere ai numerosi turisti ospiti della Riviera il meglio della nostra produzione, un BRAVO! agli Organizzatori.

Nessun commento: