domenica 17 gennaio 2010

I vini che verranno


Ora che i vini riposano nel letargo invernale, dopo gli assaggi e le analisi di rito, mi concedo qualche riflessione sui nostri prodotti 2009: vendemmia particolare, con grandi anticipi sulle uve bianche, che sommati a condizioni primaverili non sempre ideali di allegagione, hanno dato origine a maturazioni non molto equilibrate, seppure in un contesto sanitario pressoché perfetto.


La qualità media per i vini bianchi è quindi inferiore a quella 2008, come peraltro riscontrato in diverse altre aree del nord est. Prodotti corretti ma senza acuti, occorrerà selezionare con cura ogni singola partita. Su tutti, mi fa comunque ben sperare la Malvasia aromatica che dà origine a due nostri vini: “Le Dune bianche” nella versione “base”, e l’ “Ailanto” nella versione “passito”. Il corredo aromatico è molto valido e l’equilibrio di discreto livello.


Per quanto riguarda invece i vini rossi, il discorso cambia completamente: le ideali condizioni di settembre, hanno permesso il raggiungimento della fatica soglia di 2.000 °C della sommatoria termica attiva, valore mai raggiunto dal mitico 2003.

Si è perciò arrivati in cantina con uve perfettamente mature e sane, anche grazie a giusti valori minimi delle temperature notturne.

Questo traguardo ha permesso ai vini di essere già estremamente pronti: a partire dal Merlot al Cabernet Sauvignon della vigna di Roberto Parenti a Portomaggiore (molto molto valido, quest’anno dovrebbe essere finalmente il primo di imbottigliamento dopo alcune vendemmie di speirmentazione) e naturalmente il Fortana del Fondo Luogaccio.


Vi anticipo una cosa molto interessante: abbiamo finalmente vinificato anche l’altro clone di Fortana, il CAB 1, molto diverso da quel CAB 13 diffuso in maniera esclusiva in tutto l’areale costiero. Il vigneto è quello di Marco Aleotti di Argenta.

Selezionato a Tebano in tempi molto più recenti rispetto al CAB 13, il CAB 1 è morfologicamente diverso dall’altro: ecco le foto dei grappoli a confronto (a sinistra il CAB 1), anche se la qualità dell’immagine non è molto felice, mi riprometto di fare meglio la prossima vendemmia… ;-)



A nostro avviso potrebbe costituire una novità molto interessante per il prossimo futuro… vi terremo informati sugli sviluppi!

Nessun commento: