lunedì 23 febbraio 2009

"Lezioni di territorio" e il turismo delle destinazioni in Provincia di Ferrara


Tornano le "Lezioni di territorio" finalmente dedicate al cinema e quindi al cosiddetto "turismo delle destinazioni": non poteva quindi mancare un'escursione nel Delta dedicata al "nostro" Mario Soldati e la sua "Donna del fiume", senza dimenticare naturalmente i basilari documentari girati dal grande Florestano Vancini, che ci ha da pochi mesi lasciato e al quale, a mio modesto parere, si potrebbe sicuramente dedicare questa interessante iniziativa.
Ecco il comunicato di lancio:

"Si apre una nuova stagione di Lezioni di Territorio, l’iniziativa realizzata dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Ferrara dedicata agli operatori turistici e agli amministratori del territorio locale, volta all’approfondimento e alla condivisione del patrimonio naturale e paesaggistico, culturale ed artistico senza eguali, di cui la provincia di Ferrara dispone.
4 itinerari guidati e 4 incontri in aula che avranno come lo conduttore principale il Cinema, elemento che contraddistingue molti spazi del nostro territorio, resi immortali da pellicole di sapienti registi e da volti che hanno fatto la storia del cinema italiano. Un punto di vista privilegiato per dare valore ai luoghi, suggestionare e catturare lo sguardo dei nostri turisti".

Di seguito il programma completo:

venerdì 20 febbraio 2009

Il tartufo estense tra rocche e castelli



“Il tartufo estense tra rocche e castelli”: è questo il “titolo” di un’iniziativa organizzata da Arci Tartufi con il patrocinio della Provincia, che prevede la realizzazione di quattro serate al sapore di tartufo. In luoghi di prestigio come il Castello della Mesola, Villa Belfiore a Ostellato, la Delizia del Verginese e il Castello Estense, si terrà una serie di incontri di degustazione. Le serate saranno realizzate a cura di quattro ristoranti: rispettivamente Il Cammello di Migliaro, Il Frantoio di Ferrara, Le Occare di Portomaggiore e Quel Fantastico Giovedì di Ferrara. Il territorio delle bonifiche ferraresi è vocato alla produzione di tartufi, tra questi Bianco pregiato e il Bianchetto o Marzuolo e queste serate mirano proprio a promuovere la degustazione di questi piatti.

L’iniziativa è stata presentata in Castello dal vicepresidente della Provincia Davide Nardini, dai rappresentanti dei Comuni coinvolti nelle iniziative, (il sindaco di Ostellato Paolo Calvano, il sindaco di Portomaggiore Gian Paolo Barbieri e l’assessore comunale ad Agricoltura e Turismo di Mesola Patrizia Luciani) da Marco Mazzali presidente di Arci Tartufi e dai rappresentanti dei ristoranti protagonisti delle iniziative.

“Come associazione - ha detto Marco Mazzali - siamo impegnati a proseguire in un’ottica di promozione del tartufo. Grazie all’impegno della Provincia è stato possibile avviare una ricerca relativa alle aree del ferrarese sulla produzione. Noi abbiamo l’obiettivo di favorire la promozione di un prodotto pregiato ma spesso trascurato e una gastronomia specializzata attenta ai prodotti del territorio. L’organizzazione di queste serate si muove in questa direzione”.

“Attorno al tartufo, un settore importante che muove un commercio complessivo attorno ai 2 milioni di euro – ha proseguito il vice presidente della Provincia Davide Nardini – si sta sviluppando una attività di promo-valorizzazione. In questo si inquadrano lo studio sulle aree del territorio che ha portato alla creazione di mappe; nel Piano di Sviluppo Rurale c’è una misura specifica che prevede un contributo per privati che intendono acquisire piante e sono importanti anche serate come queste, promosse da Arci Tartufi, alle quali la Provincia ha dato volentieri il patrocinio”.

Anche Patrizia Luciani, Paolo Calvano e Gian Paolo Barbieri hanno sottolineato il rilievo dell’iniziativa.

Il calendario completo degli appuntamenti prevede quattro serate:
- giovedì 19 febbraio al Castello di Mesola serata a cura del ristorante Il Cammello di Migliaro;
- giovedì 5 marzo a Villa Belfiore (Ostellato) serata a cura de Il Frantoio di Ferrara;
- giovedì 12 marzo alla Delizia del Verginese serata a cura di Le Occare di Portomaggiore;
- giovedì 19 marzo in Castello Estense serata a cura di Quel Fantastico Giovedì di Ferrara.

La quattro serate sono aperte a tutti fino ad esaurimento dei posti a disposizione: per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare l’Ufficio Informazioni Turistiche di Mesola dal martedì alla domenica compresa (orari 8.30-12.30 e 15-18) al numero di telefono 0533-993358.



sabato 14 febbraio 2009

Davide Cassi, la cucina scientifica, e "Sgombero rotto TV"

Facebook è ormai diventato un poliedrico “luogo” d’incontro dove è possibile sviluppare ogni tema, e così la pubblicazione di un video un po’ guascone, diviene il pretesto per affrontare un argomento interessante sospeso tra scienza e quotidianità: nasce così il gruppo “Sgombero rotto TV… l’alta cucina in guanti di lattice”, dedicato alla cucina scientifica.

Neanche a farlo apposta, ieri sera Ferrara ha ospitato uno dei più noti divulgatori della materia, il Professor Davide Cassi, autore, insieme a Ettore Bocchia, del libro “Il gelato estemporaneo e altre invenzioni gastronomiche”.

L’occasione è stata la manifestazione “I venerdì dell’universo”, rassegna dedicata alla divulgazione scientifica, che da anni si svolge nella Facoltà di Fisica dell’Università di Ferrara.

Il vostro qui presente non poteva di certo mancare ed ecco per voi in esclusiva un paio di chicche: i video relativi alla sferificazione, che ha reso famoso Ferran Adrià, ma soprattutto il “gelato estemporaneo”, funambolica esecuzione che permette di realizzare non il “gelato a…” ma il “gelato di…”! (in questo caso Moscato spumante)





Per cui iscrivetevi a “Sgombero rotto TV”, ne vedrete delle belle… ;-)

domenica 8 febbraio 2009

Aperitivi musicali e "Prosecco Carnival" a Cento

Saperi e Sapori di Cento Carnevale d’Europa 2009

Torna per il terzo anno consecutivo l’appuntamento che coniuga il Carnevale di Cento, Carnevale d’Europa, con la musica e il vino.




Dopo il Brachetto e il Durello, è la volta del Prosecco, nobile vitigno italiano, che allieterà gli aperitivi del sabato pomeriggio della città del Guercino.

Ospiti dell’edizione 2009 l’Azienda Colli Asolani di Cornuda, e, in abbinamento, la dolce presenza del pampepato FIS di Ferrara.



Di seguito il programma dell’iniziativa, l’ingresso è gratuito:

Sabato 14 Febbraio

Ore 18,00 - Ridotto del Teatro Comunale “G. Borgatti”

Trio in concerto

Morena Mestieri, flauto, Luca Paccagnella, violoncello e Guido Bottura, pianoforte

A cura di Associazione Artecento

Sabato 21 Febbraio

Ore 18,00 - Galleria d’Arte Moderna “A. Bonzagni”

John Strada in

“Dalla periferia dell'anima”

In collaborazione con Associazione The Clan

Sabato 28 febbraio

Ore 18,00 - Galleria d’Arte Moderna “A. Bonzagni”

Elisabetta Sacchetti in

“Una voce inimitabile in un repertorio alla ricerca del contatto con l'anima”

In collaborazione con Associazione The Clan

Sabato 7 Marzo

Ore 18,00 - Galleria d’Arte Moderna “A. Bonzagni”

Il Vecchio Castello

Esibizione degli allievi dell’Associazione culturale “Fra le Quinte”, in collaborazione con l’Associazione Diapason Progetti Musicali di Budrio





sabato 7 febbraio 2009

Il "Made in Italy" (e il nostro sorriso) è in pericolo...


Ieri ero con un cliente che mi ha detto:

“Sai che non bevo più vino a pranzo?”

“Come mai?”

“Perché nel giro di qualche settimana mi hanno fermato già due volte mentre tornavo al lavoro, e mi hanno fatto l’alcol test”

“E allora com’è andata?”

“Naturalmente ero a posto, però, devo dirti la verità, mi sono sentito a disagio, come se avessi fatto comunque qualcosa di sbagliato”


Il “Made in Italy” è un brand, e come tale contiene valori intangibili che, nel caso specifico, si rifanno al nostro stile di vita. Possiamo quindi affermare, per una semplice proprietà transitiva, che agli occhi di un osservatore esterno, noi stessi siamo il brand “Made in Italy”.

I recenti fatti di cronaca, letti in modo nudo e crudo, non lascerebbero adito a fraintendimenti, siamo giunti a livelli di inciviltà che richiedono una dura repressione, perché educare di questi tempi costa troppo, ma dietro quest’ondata di proibizionismo (del tipo qualche teppista fa lo stupido il sabato sera, e allora tutti potenzialmente sono come lui), si corre il rischio venga minata parte della nostra identità.

Cavolo, però questo è il paese del sole, viviamo in un giardino che ci dà ottimi frutti, non siamo in una landa desolata, non siamo costretti a bere sui nostri deschi superalcolici incolori e insapori, usciamo di casa e socializziamo, abbiamo insomma tutte le fortune del mondo e ci vogliamo reprimere da soli?

Mi sembra non sia il caso di farci del male, la nostra storia ce la invidiano tutti, se, passo dopo passo, ci neghiamo anche il sorriso, cosa ci rimarrà???

lunedì 2 febbraio 2009

"S'io fossi... vino", il concorso di Villa Petriolo dedicato a Mario Soldati


Torna l’appuntamento con il concorso letterario di Villa Petriolo, organizzato da Silvia Maestrelli, sempre graditissima ospite del nostro blog, e Diletta Lavoratini.

Il tema di quest’anno è quanto mai intrigante: “S’io fossi…vino”

Il regolamento è in sintesi riassunto sopra, ma se volete maggiori informazioni vi consiglio di consultare Divinando, il blog di Villa Petriolo.

Tra le particolarità di quest’edizione: la giuria di altissimo livello, e un paio di chicche molto 2.0, ovvero l’invio delle opere potrà avvenire solo via email, e potranno essere accompagnate da lavori multimediali a corredo del testo, molto interessante…

Ma soprattutto l’edizione 2009 è dedicata a Mario Soldati e al suo “Vino al Vino”, che come ben sapete costituisce una delle sezioni di questo blog…

Un grande “in bocca al lupo” a Silvia e Diletta, e l’appuntamento è per fine giugno a Villa Petriolo per la serata delle premiazioni…