lunedì 6 ottobre 2008

In viaggio con Mario Soldati...

E’ sempre con grande piacere che torno a parlare di Mario Soldati, al quale è dedicata una sezione di questo blog.

L’occasione è la presentazione dell’antologia Mario Soldati – Viaggio in Emilia Romagna”, libro che consiglio a tutti di leggere perché offre scorci nitidi ed evocativi dell’Emilia Romagna nella seconda metà del Novecento. L’alternarsi di testi di diversissima estrazione, da “Vino al vino”, ai “Racconti del Maresciallo”, ai racconti brevi e le pagine di diario personale, rende la lettura vivace e appassionante, per finire con le belle foto di Volfango Soldati tratte dal secondo volume di “Vino al vino”. Cercherò di fare il possibile per partecipare all’evento del quale allego il comunicato stampa di presentazione, ma auguro fin d’ora agli Organizzatori, e in particolar modo ad Anna Cardini Soldati, un successo per la manifestazione.



Dopo le celebrazioni per il centenario della nascita nel 2006-2007, che hanno interessato tutta Italia, è l’Emilia Romagna a rendere di nuovo omaggio al mondo e alla versatile personalità artistica di Mario Soldati, figura fondamentale del ‘900, scrittore, regista e sceneggiatore. Inaugura venerdì 10 ottobre 2008 alle ore 18,00 presso il Museo della Civiltà Contadina di San Marino di Bentivoglio (BO), nella sede di Villa Smeraldi, l’evento Mario Soldati – Viaggio in Emilia Romagna”, in collaborazione con la Provincia di Bologna, che si articola in una mostra, visitabile fino al 7 novembre 2008, e nella presentazione dall’antologia Viaggio in Emilia Romagna”, da poco uscita per Minerva Edizioni (in collaborazione con la Regione e la Provincia di Bologna), che riunisce le pagine ‘dedicate’ dall’autore a questa regione.

A questa inaugurazione-evento (aperta a tutti) saranno presenti diversi ospiti del mondo della cultura, dell’enogastronomia e delle istituzioni. In compagnia dell’allegra intelligenza del giornalista-viaggiatore Patrizio Roversi e di Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, a ricordare la figura di Mario Soldati saranno anche Tiberio Rabboni – Assessore all’Agricoltura Regione Emilia Romagna, Valerio Gualandi - Presidente dell’Istituzione Villa Smeraldi, Simona Lembi – Assessore alla Cultura Provincia di Bologna, Roberto Mugavero – Editore, Anna e Volfango Soldati.

Dopo gli interventi seguirà una degustazione di prodotti tipici a cura della Cooperativa Sociale Anima, abbinati ai vini doc dei Colli Bolognesi offerti dal Consorzio Vini Colli Bolognesi.

La mostra dedicata a Mario Soldati è articolata in un percorso espositivo suddiviso in tre sezioni, ciascuna rappresentativa di un aspetto della poetica soldatiana.

Una sezione riguarda ovviamente il “Viaggio in Emilia Romagna” con le fotografie scattate da Volfango, figlio di Mario Soldati, durante i viaggi di ‘Vino al Vino’, a scandire, anche visivamente, le tappe di un percorso che parte dal piacentino e termina nelle terre di Romagna, attraversando da ovest a est l’intera regione.

Il volume Viaggio in Emilia Romagna raccoglie alcuni brani di ‘Vino al Vino’ relativi all’Emilia Romagna e poi racconti, ritratti, un inedito reportage dal fronte, scritti giornalistici e appunti che testimoniano il suo legame con questo territorio…

Soldati, l’Emilia-Romagna l’attraversa e ci sosta nei suoi mille viaggi per l’Italia. La regione orizzontale che prende il nome da una via e che ha come confine naturale il Po, non poteva non essere amata da Soldati”….

L’antologia, introdotta da Vittorio Emiliani e da un ricordo di Attilio Bertolucci, contiene diverse foto d’epoca scattate da Volfango Soldati alla fine degli anni ’60 nei luoghi del vino. Ma ci sono anche le immagini, tratte da vari archivi, che ritraggono Soldati con gli amici emiliani e romagnoli: Bassani, Fellini, Bertolucci, Zavattini e Longanesi.

Un’altra sezione è Mario Soldati – La scrittura e lo sguardo: 15 grandi pannelli con testi, immagini e foto tratte da vari archivi (privati e della famiglia) che, attraverso una vivace e articolata veste grafica, percorrono la vita e il lavoro dell’artista sia nei set dei suoi film che nei reportage realizzati per la televisione. Ci sarà in visione anche la puntata emiliano-romagnola della famosa inchiesta televisiva “Viaggio lungo la Valle del Po”. Soldati, in effetti, fu un precursore delle moderne indagini televisive sulla civiltà rurale e gastronomica: i suoi programmi Viaggio lungo la Valle del Po, alla ricerca dei cibi genuini – 1957 - e Chi legge? – Viaggio lungo il Tirreno – 1960 - (questo in collaborazione con Cesare Zavattini) costituiscono ancor oggi un modello d’indagine sul campo e con il Soldati televisivo nasce in Italia la figura del giornalista enogastronomico.

Infine la sezione “Lo charme di una disarmante quotidianità” presenta un progetto fotografico-letterario incentrato sul Soldati più intimo realizzato dal fotografo Mario Rebeschini e da Marina Zappi (responsabile Servizi Culturali del comune di Ostellato nel ferrarese che ha già ospitato questo progetto con molto successo nel 2007) con diverse immagini di Soldati in momenti felici della sua vita insieme alle bellissime foto di scena dal set “La Donna del fiume”, il film diretto da Soldati ambientato tra Comacchio e la foce del Po a cui hanno collaborato gli emiliani Vancini e Bassani.

Completa la mostra il bel video-album “Ritratto di Mario Soldati realizzato da Giuliana Lonzi.

Ufficio stampa

Studio di giornalismo Fabio Bottonelli

www.studiobottonelli.it



1 commento:

Staff di Italy-lowcost ha detto...

Ottimo blog. Ti andrebbe di scambiare il link con il mio blog? Pubblico ottime offerte di viaggi low cost (italy-lowcost.blogspot.com).
Puoi pubblicate il mio avatar o un link!
Grazie e Buona Pasqua