sabato 31 marzo 2007

Il mondo alla rovescia



L’uomo ha sempre fatto di tutto affinché le cose vadano alla rovescia, e questa ne è una bella prova!

Siamo al Vinitaly 2007, nel padiglione della Regione Campania.

Nonostante tutto, le bottiglie di vino sono forse un mezzo per esorcizzare la nostra umana condotta, e allora dopo un buon calice si può guardare in alto evocando gli spazi della natura che ci ha regalato l’uva…

mercoledì 28 marzo 2007

BlogeWine Photo Contest 2007



Regolamento “Blog&Wine Photo Contest 2007”

Blog&Wine in collaborazione con Azienda Mariotti (www.boscoeliceo.net ), CFC Immagini Argenta (www.xoomer.virgilio.it/cfcimmagini )e Blogotomia (www.blogotomia.tk )organizza la prima edizione del concorso fotografico nazionale a tema obbligatorio "Blog&Wine Photo Contest 2007", riguardante il mondo del vino in tutte le sue forme ed espressioni.

Durata

Dal 01/04/2007 al 01/05/2007

Sono previsti i seguenti periodi:

-29/03/2007 al 01/04/2007 pubblicazione e divulgazione dell'iniziativa http://blogewine.blogspot.com/

- dal 01/04/2007 al 20/04/2007 iscrizione ed invio foto online

- dal 22/04/2007 al 25/04/2007 votazione dei finalisti per la designazione dei tre vincitori

-01/05/2007 in occasione della giornata Slow Tourism , evento Bird Watching Fair 2007 (www.podeltabirdfair.it), "1° Maggio al Luogaccio" che Blog&Wine organizza presso il vigneto Fondo Luogaccio dell'Azienda Mariotti a San Giuseppe di Comacchio, premiazione dei vincitori ed esposizione dei 10 finalisti del concorso, in caso di maltempo cerimonia di premiazione presso il Caffè Cristal di Argenta il sabato successivo.

-dal 02/05/2007 pubblicazione della gallery dei finalisti su http://blogewine.blogspot.com/

Destinatari

Tutti i fotografi residenti nella comunità europea che, nel periodo sopraindicato, dopo essersi iscritti al sito http://blogewine.blogspot.com/ oppure http://blog.libero.it/Blogotomia/, invieranno le proprie immagini a Blog&Wine.

La partecipazione è gratuita

Premi

Vini D.O.C. del Bosco Eliceo azienda Mariotti, gadget Blog&Wine ( i premi non sono cumulabili)

I prmi dovranno essere ritirati in occasione della premiazione ufficiale, dal vincitore o da altra persona da lui delegata per iscritto. Diversamente potranno essere ritirati ne 60 giorni seguenti presso La Bottega del Vino, via Circonvallazione - Argenta (FE), tel-fax 0532/804134

Modalità di partecipazione

Il concorso a tema obbligatorio "la degustazione del vino" si divide in tre categorie:

1^ Categoria: la vista

2^ Categoria: l'olfatto

3^ Categoria: il gusto

Ogni concorrente può partecipare sia ad una che a tutte le categorie. Ogni autore potrà inviare una (1) immagine per categoria per un massimo di tre foto per partecipante.

Le immagini partecipanti dovranno essere inviate solo ed esclusivamente per posta elettronica a blogewine@gmail.com o blogotomia@libero.it entro e non oltre le date sopraindicate (vedi durata).

I partecipanti sono tenuti a inviare un file proprionome.zip contenente tre cartelle di riferimento per le singole categorie nominate nel seguente modo: vista ; olfatto, gusto ed una cartella nominata Autore con un file nominato anagrafica.txt contenente il proprio nome e cognome, e-mail, e luogo di residenza

All'interno delle cartelle dovranno essere presenti i files degli scatti relativi alle categorie di riferimento nominati da 1 a 3 salvati in formato jpg alla massima qualità (12) con risoluzione 72 dpi e dimensione di 1024 pixel nel lato più lungo.

Il non rispetto di tali regole implica l'esclusione dal concorso.

Ogni autore è responsabile delle proprie immagini e del loro contenuto e partecipando al concorso dichiara di avere tutti i diritti d'immagine e legali per quanto ritratto.

Blog&Wine si riserva il diritto di utilizzare le immagini premiate e finaliste nei suoi eventi promozionali e sul proprio spazio web, comunque citando ogni volta la fonte e l'autore o gli autori delle fotografie.

Sono esclusi dal concorso gli organizzatori dell'evento, i dipendenti di Azienda Mariotti, e i componenti la Giuria

Giuria

La Giuria seleziona e classifica a suo insindacabile giudizio le opere meritevoli.

La Giuria sarà composta da:

Michele Bondanelli, fotografo e presidente del CFC Immagini (www.michelebondanelli.it )

Mirco Mariotti, produttore di vini D.O.C. del Bosco Eliceo (www.boscoeliceo.net )

Ivan Zappaterra, fotografo,responsabile di http://www.blogotomia.tk

Alessio Fuschini, sommelier professionista e titolare del Caffè Cristal, Argenta (FE)

Giampiero Nadali, wine blogger (www.aristide.biz )

La Giuria si riserva, a suo insindacabile giudizio di non accettare quelle immagini la cui realizzazione si presume rechi danno agli organizzatori e di assegnare i premi secondo il suo giudizio tecnico e culturale.

Accettazione del regolamento

La partecipazione al premio implica, da parte del partecipante, l'accettazione incondizionata del presente regolamento e partecipando dimostra la conoscenza di tale regolamento.

martedì 27 marzo 2007

Il Consorzio Vini DOC Bosco Eliceo al Vinitaly 2007


Da un punto di vista enologico, quali sono le prospettive del vitigno Fortana?
I grappoli di Fortana sono mediamente grandi, con un rapporto polpa-buccia sfavorevole alla concentrazione del colore; tra l’altro, la sommatoria termica attiva necessaria alla maturazione tecnologica del vitigno è intorno ai 2000 °C, valore che nel territorio del Bosco Eliceo abbiamo verificato essere stato raggiunto negli ultimi anni alla metà di ottobre, con tutte le incertezze climatiche che ne conseguono.
Tale valore riveste una grande importanza per quanto concerne anche la maturazione fenolica, che si dimostra quindi di non facile raggiungimento.

Per avere quindi una materia prima importante, che garantisca un buon estratto al vino finale, appare da queste considerazioni inevitabile operare oculatamente in vigna, agendo prima sulla potatura estiva, quindi su una raccolta selezionata.
Occorre inoltre valutare l’aspetto fondamentale dei terreni sabbiosi (geologicamente parlando sabbia > 85%, argilla < 7%), vale a dire la possibilità di piantare “franco di piede”.

Vantaggi:

- è possibile realizzare un vivaio in loco, preservando il patrimonio genetico;
- la vita media delle piante si allunga (si concretizza il concetto di terroir);
- si realizzano condizioni favorevoli alla realizzazione di biotipi, fondamentali anche in chiave enoturistica, cosa che la nostra Azienda ha già verificato direttamente in passato.

Svantaggi:

- notevole aggravio delle spese di manodopera;
- difformità qualitative che nel tempo richiedono in vendemmia una sempre maggiore selezione

Spostandoci in cantina, è chiaro che una macerazione a basse temperature ci permetterà di ottenere una estrazione selettiva dei polifenoli (limitando infatti la lisciviazione dei tannini), a scapito però dell’intensità colorante del prodotto finale.
Si potrebbe quindi rivalutare complessivamente il problema, proponendo vinificazioni finora poco “sfruttate”, come la macerazione carbonica e la vinificazione in rosato, cercando comunque di insistere sulle vinificazioni in purezza.

Tutte queste considerazioni ci portano a una conclusione comunque interessante: sebbene il Fortana non si presti alla produzione di vini particolarmente strutturati, la sue caratteristiche intrinseche possono però fornire nuovi stimoli ai produttori per differenziare la loro gamma, riuscendo a soddisfare anche le evoluzioni dei gusti dei consumatori.

venerdì 23 marzo 2007

Wine memories




Quando nasce il ricordo di un vino? Ovviamente dopo averlo degustato… e con esso trascina i ricordi di una serata…
Ecco quindi il bicchiere vuoto in primo piano, fuori fuoco perché nel momento dello scatto la sua presenza è simbolica e non fisica.
Ma siamo sicuri che il locale davanti al tavolino esista davvero? Guardate bene, è un po’ come il gioco “trova le differenze” nelle parole crociate… non avete notato la linea verticale a metà dell’inquadratura? Ebbene sì: ciò che l’obiettivo mostra è uno specchio! Per cui il locale è alle spalle di chi fotografa…

E cos’è un ricordo se non un’immagine riflessa negli occhi dalla nostra mente?

Non pensate male: il solo fatto che il calice fosse vuoto non significa per forza fossi ubriaco… ;-)

Foto: Wine memories, Mirco Mariotti 2006

mercoledì 21 marzo 2007

Giornata della tradizione

Brachetto Carnival! Lo spirito giusto


Ecco alcuni scatti della rassegna di degustazioni a base di Brachetto D'Acqui ideata e realizzata da Mirco Mariotti e da Alessio Fuschini ( Caffè Crystal) e promossa in collaborazione con il Consorzio del Brachetto D'Acqui Docg, Assessorato alla Cultura del Comune di Cento, svolta nel mese di febbraio al Teatro Borgatti di Cento in occasione del Carnevale Internazionale della cittadina estense.
Voglio ricordare a chi ancora non lo sapesse che l'evento enogastronomico è stato proposto dai due sommelier argentani alla scorsa edizione del concorso Brachetto Time dove ha riscosso grande successo (potete trovare nota sul sito www.bargiornale.it) e dove ha ricevuto il primo premio nella categoria Winebar.
Sul numero appena uscito di Bar Giornale potete trovare un piccolo articolo della manifestazione......

MB


domenica 18 marzo 2007

Si aprono le gemme...














Oggi è una stata una bella giornata anche se un vento teso da est ha rinfrescato l’aria nel pomeriggio.

Le piante stanno riprendendo la loro attività vegetativa, e le gemme hanno iniziato a dischiudersi.



Foto: Fondo Luogaccio, San Giuseppe di Comacchio (FE), Mirco Mariotti 2007

venerdì 16 marzo 2007

La "Saba" della pianura ferrarese


Chi di Voi conosce la “Saba”?

Frutto della concentrazione a fuoco diretto di un mosto, la sua produzione è consolidata da secoli nel territorio italiano con nomi diversi: “Sapa” nel Modenese e in Sardegna, “Saba” in Romagna, “Mosto cotto” nelle Marche, “Vin cotto” in Puglia e Sicilia.

Noi la produciamo con il mosto di Merlot del Bosco Eliceo: dopo la pigiatura senza macerazione, decantiamo a 0 °C per 18 ore, poi sfioriamo il limpido che passa nella caldaia, concentrandosi per circa 20 ore a 100 °C (non di più per limitare le reazioni di caramelizzazione degli zuccheri).

Arrestiamo l’ebollizione a 72 Brix, che corrisponde ad una riduzione in volume di circa 2/3, dipende ovviamente anche dal grado zuccherino iniziale del mosto.

Il liquido bruno che si ottiene è aromatico e denso, un tempo veniva utilizzato come dolcificante e per un ragionamento logico, visto che il rifrattometro portatile esiste da poco, mi viene il sospetto che il Balsamico tradizionale possa essere nato da una Saba acetificata… Amici modenesi, sto dicendo un’eresia? ;-)

Tornerò sull’argomento con le ricette apprese dalle persone incontrate negli ultimi anni nei mercatini, ma se anche Voi ne fate uso in cucina, magari creativo, fatemi sapere!

lunedì 12 marzo 2007

Wine Gallery


APRE LA WINE GALLERY

Era l'anno 2000 quando per la prima volta ho avuto il piacere di fotografare e collaborare con l'azienda Mariotti.
La vigna, la vendemmia, i suoi prodotti gli innumerevoli eventi organizzati da Mirco sono ormai entrati nel mio personale bagaglio culturale e professionale; appasionante e magnetico il mondo della viticoltura con i suoi tempi e le sue regole, i magnifici paesaggi sempre indimenticabili in ogni momento dell'anno, ma sopratutto la magia che sà regalare l'attimo in cui si stappa la bottiglia, l'attesa spasmodica prima di inalare i profumi, godere dei colori ed entusiasmarsi per i sapori.
Ecco perchè vi propongo come prima immagine la mia personale interpretazione di quell'attimo ( foto Michele Bondanelli-2006).

Un in bocca al lupo a Mirco e a tutti quelli che vorranno partecipare attivamente a questa iniziativa ..... e un " a presto" a chi vorrà seguirci.

MB

domenica 11 marzo 2007

A spasso nell'alto Monferrato (1)




Domenica di marzo: ad un impareggiabile coniglio arrosto, allevato ruspante dal fido Adriano Bertuzzi nella campagna argentana, abbino una Barbera d’Asti senz’annata e affinata in legno da Lorenzo Gamba, vitivinicoltore in Sessame (AL), contrada San Giorgio. E forse avvinto dalla sottile ebbrezza che questo vino genuino senza la malolattica svolta mi ha concesso, torno con la memoria al recente viaggio nell’alto Monferrato con l’amico Sommelier Alessio Fuschini. Volevamo acquistare la robiola di Roccaverano da Arbiora a Bubbio, ma era ormai tardi e tutto era chiuso. Il pranzo? Ci affidiamo come sempre nei territori a noi sconosciuti al numero di auto nei parcheggi dei ristoranti: metodo sciocco? Vi assicuro di no nei giorni feriali… e così la scelta cade sul ristorante “il Giardinetto”, poco fuori Bubbio in direzione Acqui. Locale a gestione familiare, ci propone un menù fisso ad 11 Euro, ma che alla fine potrebbe valerne almeno il triplo! Tajarin al pomodoro, carrello di formaggi eccellenti con miele e mostarda concentrata con mosto di Dolcetto, semplicemente eccelsa! Da bere chiediamo senza indugio il vino della casa: ci viene proposto un Cortese di inusuale intensità fruttata, davvero buono. “Chi lo produce?”, “Il signor Gamba, ha l’azienda qui sopra, in contrada San Giorgio”; sarei rimasto volentieri a discorre con la gentilissima e competente proprietaria di tutte le loro specialità, ma la curiosità ha il sopravvento… La via non compare sul navigatore ma le indicazioni sono esatte… Lorenzo Gamba sta potando, siamo a metà febbraio, e la temperatura è già primaverile: ci accoglie con cortesia, e ci propone le sue bottiglie… ma gli assaggi buoni ce li fa fare direttamente dalla botte, come soleva cercare il buon Mario Soldati. Tra i vari prodotti, ricordo con piacere un rosato di Dolcetto da uve vinificate in bianco, ma soprattutto un Brachetto tirato a secco, vendemmia 2006, 14% vol. Aromatico ma non troppo intenso, visto che non ci son più zuccheri, è un vino “nuovo” come concetto, che mai avevo assaggiato: “Vengono anche dalla Versilia a cercarlo”, confessa Lorenzo, “ma questo è il mio vino della festa”, come lo capisco… Ah, dimenticavo i prezzi delle bottiglie: da Euro 2,70 a Euro 7,00; i vini buoni basta cercarli…

Quel mattino eravamo andati a Loazzolo, per scoprire il Forteto della Luja, ma questa è un’altra storia…



sabato 10 marzo 2007

Manifesto


A chi attribuire la “colpa”?

All’amico Giampiero alias Aristide e al Convegno di Soave?

O all’Architetto Bondanelli, autore di siti, etichette, ed eventi enogastrofotografici?

Ad ogni modo, prima o poi la wine letter “boscoeliceo.net” doveva sbarcare nel mondo del blog…

Ecco quindi il manifesto di “Blog&Wine”, da oggi B&W per gli amici:

1) un blog di un produttore di vini della piccola DOC Bosco Eliceo, in Provincia di Ferrara, la conoscete? Nella foto alcuni grappoli di Fortana,

2) i “Vini delle Sabbie” questi sconosciuti, o sbaglio? Il tema principale del mio lavoro, che ne determina in buona parte la condotta,

3) un diario per raccontare il territorio della Provincia di Ferrara attraverso i suoi eventi enogastronomici,

4) un magico contenitore per tutti i produttori agroalimentari ferraresi, che avranno la possibilità di raccontarsi… Alberto Trabatti è avvisato! (fammi uno squillo Alberto che ti inserisco un “canale” sul caffè…)

5) un luogo virtuale di libero pensiero, nel quale parlare di tutti gli aspetti della filiera vitivinicola,

6) e poi il sogno dei “virtuosi” del Cine Foto Club Immagini di Argenta: Mr. Ivan,il Greco e il Presidente sono avverti… mi raccomando ragazzi, solo foto di food and beverage… Il “canale” si chiamerà Wine Gallery, che ne dite?

Un’ultima annotazione: B&W è anche “Black and White”, la luce nella sua forma elementare, un riferimento preciso… nessun pregiudizio in questo blog: richiesta soltanto un po’ di sana educazione e civiltà…

E allora avanti tutta!!!

A presto

Mirco